Follow:
In cucina

Crostata ai mirtilli e pesche

 
Ultima torta di pesche della stagione. Tra poco fichi e uva daranno il benvenuto all’autunno, qualche zucca finirà nei miei dolci e poi via a torte di mele come se non ci fosse un domani!

Ho provato questo impasto l’anno scorso e me ne sono innamorata. E’ una ricetta tipica anglosassone, che nella versione originale è completamente priva di zucchero.
Ma visto che le pesche di quest’anno sono poco zuccherine e le more non sono di certo famose per la loro dolcezza, ho deciso di aggiungerne un cucchiaio.

E’ comunque una torta poco dolce (le mie preferite), che va servita tiepida accompagnata da una pallina di gelato alla vaniglia o da una morbida crema inglese.
Non vi viene già voglia di tè caldo, copertina e una fetta di torta?

Crostata ai mirtilli e pesche

Ingredienti

Per il guscio
  • 500 gr di farina 00
  • 180 gr di burro
  • 6/8 cucchiai di acqua fredda
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 uovo per lucidare
 
Per il ripieno
  • 5 pesche
  • 100 gr di mirtilli
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 1 cucchiaio di zucchero
Versare nel boccale del mixer la farina e i burro freddo di frigorifero tagliato a cubetti.
 
Frullare fino a quando il burro non si vedrà più, aggiungere zucchero e sale.
 
Unire l’acqua fredda, un cucchiaio alla volta in modo da fermarsi quando necessario (a me sono serviti 8 cucchiai).
 
Lavorare velocemente e molto poco, in modo da non surriscaldare l’impasto che diventerebbe gommoso e poco friabile una volta cotto.
 
Formare una palla, avvolgerla ella pellicola e lasciarla in frigorifero a riposare per un paio d’ore.
 
 
Preparare il ripieno sbucciando e tagliando a spicchi le pesche, unirvi i mirtilli, la maizena e lo zucchero mescolando bene.
 
Dividere l’impasto in due metà, stenderlo formando due dischi e con il primo foderare la teglia.
 
Prima di versavo l’impasto, rompere un’uovo nella tortiera, e muovendola, fare in modo che l’albume passi su tutta la superficie. In questo modo formerà una patina protettiva che eviterà al ripieno umido di bagnare la pasta.
 
A questo punto versare il ripieno, chiudere con l’altro disco di pasta e praticare dei tagli al centro, in modo che il vapore esca durante la cottura.
Con una forchetta sigillare i bordi dei due dischi.Sbattere l’uovo e spennellare la superficie che potete decorare a piacere usando la pasta in eccesso.
 
Coprire con uno strato generoso di zucchero e cuocere a 180° per 45 minuti (fino alla doratura) e far raffreddare nella teglia.
 
Servire fredda o tiepida con del gelato alla vaniglia o della crema inglese.
Share on
Previous Post Next Post

You may also like

1 Comment

  • Reply Phiiiibi.

    Ok. Io ti seguo. Queste ricettine che mi stai raccomandando devono essere una BOMBA.
    Provo amore per te.

    <3

    18 Settembre 2014 at 16:17
  • Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: